skatingidea logo

Johnny Weir, fuori da Stars on Ice perchè “troppo gay”

SHARE

Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

E ogni tanto parliamo pure di pattianggio sul ghiaccio…
Qui in Italia non è tanto amato e difficilmente lo vediamo in televisione, se non fosse per Milly Carlucci che, per non stressare molto la suagallina dalle uova d’oro chiamata Ballando con le stelle, tentò come esperimento di convertire la danza su pista in ballo sul ghiaccio.
Johnny Weir, Fuori da Stars on Ice Perchè Troppo Gay
Ecco quindi pattinatori professionisti affiancati da vip in erba che a malapena riuscivano a stare fermi sui pattini, giostrare amabilmente improvvisandocoreografie che facevano temere il peggio ad ogni curva e ad ogni presa.In America invece la disciplina è più seguita e ogni anno viene organizzato Stars On Ice, una sorta di show itinerante che racchiude il meglio del professionismo nell’ambito dei pattinatori sul ghiaccio, un grande spettacolo per grandi epiccini.
Johnny Weir, Fuori da Stars on Ice Perchè Troppo Gay
L’edizione di quest’anno è stata però minacciata da un polverone di polemiche a causa dello sponsor Smuker’s, probabilmente troppo family friendly ed assai omofobo, che ha vietato la partecipazione ad un particolare pattinatore che negli ultimi tempi si era distinti per alcuni suoi atteggiamenti non molto graditi. Si tratta di Johnny Weir, campione di pattinaggio, tre volte in America, terzo ai mondiali 2008 e quarto nella classifica mondiale, insomma un vero asso escluso soltanto perchè lo sponsor della manifestazione non gradiva la sua partecipazione in quanto “troppo gay”. Certo è che Johnny Weir non si è proprio risparmiato nemmeno alle ultime Olimpiadi Invernali quando, attendendo i verdetti ha indossato con nonchalance una corona di rose abbracciando uno sgargiante mazzo di fiori, ma chi l’ha detto che in una disciplina effettivamente molto leziosa, non ci sia spazio per questo e per molto altro?

Ultimi articoli

share

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on email
Share on telegram
Share on twitter