skatingidea logo

I fratelli Bornati salutano con l’oro

SHARE

Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Bresciaoggi mercoledì 14 novembre 2007 sport pag. 44
ALLA PREMIAZIONE ORGANIZZATA DALLA PROVINCIA, MARCO ED EMANUELA ANNUNCIANO IL RITIRO DALLE COMPETIZIONI
I fratelli Bornati salutano con l’oro

Una corona mondiale per chiudere in bellezza. Emanuela e Marco Bornati spiazzano tutti annunciando un imminente ritiro dalle gare in occasione della premiazione organizzata a Palazzo Broletto dal presidente della Provincia Alberto Cavalli e dall’assessore allo sport Alessandro Sala per il trionfo mondiale di Gold Coast, in Australia. Anche se il ct azzurro Antonio Merlo ha già fatto sapere che farà di tutto per far cambiare idea ai due fratelli di Travagliato.
La più decisa è sembrata però Emanuela, tornata l’anno scorso alle gare dopo qualche anno di stop: «Con Marco ne abbiammo parlato a lungo prima di rimetterci insieme a pattinare: volevamo vincere questo oro e poi chiudere. Volevo lasciare da campionessa del mondo, non come l’altra volta con l’amarezza per un titolo sfuggito».
Sulla stessa linea il fratello Marco: «Maturare una decisione così importante non è stato facile, ma è dal 1986 che pattino e i sacrifici cominciano a pesarmi. Crediamo di avere reso un buon servizio al PATTINAGGIO artistico azzurro e ritengo sia giunto il momento di dire basta. Anche se Taipei ci manca come meta. Ma dopo 21 anni di attività la stanchezza comincia a farsi sentire».
Alberto Cavalli e Alessandro Sala sono rimasti sorpresi dalla notizia, ma non hanno assolutamente forzato la mano. Cavalli si è compiaciuto per quest’altro successo che consente ai due fuoriclasse di tornare in vetta al mondo, mentre Sala ha aggiunto che dalla settimana prossima saranno testimonial della Provincia. Possibilità per un ripensamento sembrano ridotte al lumicino, ma Marco ed Emanuela hanno lasciato aperta una piccola speranza al ct azzurro. La decisione ultima arriverà tra un paio di settimane. A.M

Ultimi articoli

share

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on email
Share on telegram
Share on twitter