Valentina Carrafiello la danzerina d’oro.

Valentina Carraffiello nasce a Trieste il 05 luglio 1994, inizia la sua attività sportiva all’età di 8 anni, presso la Società Sportiva Dilettantistica “Jolly” di Trieste; da subito mostra grande propensione artistica, pertanto gli allenatori Mario ed Elvia Vitta, decidono di indirizzarla verso la specialità Coppia Danza. In coppia con Dennis Musina, dal 2005 al 2008, raggiunge dei buoni risultati, che gli permettono, alla giovane età di 11 anni di vestire la maglia azzurra e più precisamente:
• Anno 2005 – quarti classificati ai Campionati Italiani e terzi classificati all’Open dance di Hettange nella categoria Allievi;
• Anno 2006 – Campioni d’Italia e medaglia d’oro all’Open dance di Hettange sempre nella categoria allievi;
• Anno 2007 – terzi classificati ai Campionati Italiani e medaglia di bronzo ai Campionati Europei nella categoria Cadetti a Cerdanyola (Spagna);
• Anno 2008 – madaglia d’oro ai Campionati Provinciali e Regionali.

Nell’anno 2008, alla fine dei Campionati Regionali, il partner decide di ritirarsi, abbandonando completamente il Pattinaggio Artistico ma nonostante la grande delusione, Valentina decide di continuare nella specialità Solo Dance International e nello stesso anno (2008), si aggiudica ai Campionati Italiani di Trieste, nella categoria Jeunesse, il quarto posto.

Trascorre un periodo difficile, e negli anni 2009/2010 non raggiunge nessun risultato importante; decide pertanto di dare una svolta importante alla sua attività sportiva, seguendo ad Azzano Decimo (Pordenone) l’allenatrice triestina Francesca Pergola.
Dopo un anno faticoso di grande lavoro tecnico, si aggiudica un argento ai Campionati Provinciali e a sorpresa la medaglia d’oro ai Campionati Regionali, davanti a tutte le favorite.
Partecipa ai Campionati Italiani come atleta “rivelazione” e si aggiudica un immeritato 4° posto, evidentemente però non doveva finire così… infatti per un infortunio della compagna di squadra, partecipa come terza atleta ai Campionati Europei di Gujan Mestras in Francia dove già seconda, dopo gli esercizi obbligatori, conferma la medaglia d’argento con un esercizio libero brillante; degna di nota, in quanto sarà l’unica atleta italiana a salire sul podio nella categoria Jeunesse.

Nell’anno 2012 Valentina continua la sua attività, sempre sotto la guida dell’allenatrice Francesca Pergola, vestendo la maglia giallo – azzurra della Polisportiva Opicina di Trieste; si aggiudica la medaglia d’oro nella categoria Junior ai Campionati Provinciali ed un ottimo 5° posto ai Campionati Regionali, prestazione che le permette di accedere direttamente ai Campionati Italiani di Roccaraso in previsione alla fine di luglio dove salirà al prestigioso terzo gradino del podio.
In trasferta per la prima volta per la solo dance in Coppa Europa a Paredes (Portogallo) è 1° classificata nella categoria juniores femminile.

Quest’anno anno d’oro per Valentina dove in tutti i campionati federali e al trofeo Max Bettelle di Pieris si aggiudica sempre il PRIMO POSTO, ora l’atleta triestina si sta preparando per i Mondiali di Taipei 2013 dove in maglia azzurra rappresenterà la solo dance juniores femminile, una svolta radicale, un premio grandissimo per gli sforzi degli ultimi anni.

Auguriamo in bocca al lupo A Valentina giovane promessa sportiva!
Ora passiamo all’intervista e alle parole della campionessa italiana.

carrafiello solo dance

Valentina nel 2013 hai sbancato i podi juniores nella specialità Solo Dance, dove sei nata e come è iniziata la passione per il pattinaggio?

Sono nata a Trieste, città in cui vivo tutt’ora, il 5 luglio 1994. Nella vita oltre a praticare questo bellissimo sport mi piace molto andare a correre e andare ballare con le amiche, al di là della mia attività sportiva, che occupa gran parte delle mie giornate, non può mancare certamente il tempo per le mie amicizie, il divertimento e per lo studio e perché no anche un ragazzo!
In questo momento, uno dei miei più grandi interessi è quello di poter entrare nell’Esercito italiano
Ho iniziato a pattinare nel 2002 , all’età di 8 anni, prima di cimentarmi su questo bellissimo sport, ho praticato dall’età di 3 anni fino agli 8 ginnastica artistica grazie a mia sorella che già frequentava.
Purtroppo però, non andavo con voglia e costanza agli allenamenti e così mi è stato consigliato proprio dall’allenatrice di mia sorella di andare a vedere uno spettacolo di pattinaggio artistico al Pattinaggio artistico Jolly Trieste.
Da quello spettacolo mi sono completamente innamorata di quei pattini, di quell’eleganza e di quella scorrevolezza che ottenevano i pattinatori, così mi sono iscritta al JOlly ed è iniziata la mia più grande passione.

Perché il pattinaggio rispetto alla ginnastica?

Ho scelto il pattinaggio perché sentivo qualcosa, una forte fortissima emozione già indossando i pattini le prime volte, cosa molto strana per me perchè sono una grande appassionata di tutti gli sport! ma il pattinaggio mi ha straordinariamente colpita!

Oggi dove ti alleni? Come sono gli allenamenti di una perfetta danzerina?

Dopo alcuni cambiamenti, ora pattino presso la Polisportiva Opicina seguita, ormai da 3 anni, dalla mia grande allenatrice Francesca Pergola.
Mi alleno in pista con la mia allenatrice 5 volte alla settimana, poi per la preparazione atletica sono seguita 3 volte alla settimana da Mario Ciac e Matteo Massalin e infine per curare la postura faccio delle lezioni di danza classica.

Come ti prepari a una gara come gestisci la tensione?
Sicuramente prima di entrare in pista sono tante le cose da fare. L’importante è fare un buon riscaldamento e soprattutto quei tre minuti prima di entrare in pista bisogna saper tener l’emozione sotto controllo… Cosa molto difficile! Io ad esempio prima di entrare in pista devo cercare di mentalizzare e pensare alla performance, un po’ prima ascolto la musica dei miei esercizi e provo, è sicuramente grazie anche alla mia allenatrice che riesco a tenere sotto controllo la situazione. Lei che mi aiuta per darmi sicurezza.

Che effetto fa la parola MONDIALE dopo i tuoi trascorsi?
Solo pensare a questa parola mi vengono i brividi.. Come dico sempre, è come un sogno che diventa realtà!
Non vedo l’ora di partire per questa grande esperienza. Non so ancora cosa aspettarmi… sicuramente vorrei essere all’altezza della situazione e fare il meglio possibile, penso però che ogni atleta con grinta e voglia di fare ambisca ad arrivare così in alto nella propria carriera e di certo questo mondiale è sicuramente lo stimolo massimo che possa avere per impegnarmi e migliorare!

Hai mai pensato di passare al ghiaccio?
Mi piace molto pattinare sul ghiaccio, però l’idea di passare al ghiaccio non mi è mai venuta, forse perché la mia specialità a livello nazionale ancora non esiste, ma di certo sto “vivendo” all’interno della specialità a rotelle e quindi vorrei tanto vederla crescere e svilupparsi poiché merita di avere una visione olimpica.

Speranze olimpiche?
Chissà se questo magnifico sport un giorno sarà partecipe alle prossime olimpiadi.. Spero che anche questo sport (non tanto diverso dal ghiaccio) possa dimostrare, farsi valere e trasmettere alle persone emozioni e bellezza!
Per aiutare questo sport a diventare olimpico, certamente bisogna crederci fino in fondo, manca visibilità televisiva e visti gli anni, anche appoggi politici internazionali!

Modelli sportivi che segui?
Stimo moltissimi pattinatori e pattinatrici ma un modello secondo me da seguire per il pattinaggio ed in particolare per la specialità di cui faccio parte è senza dubbio Paola Fraschini: grande persona e grande pattinatrice. Semplice, solare, determinata e grintosa.. Super direi!

Qual’è il futuro di Valentina? hai già dei programmi?
Il mio futuro in pista non so e non ho la certezza di come sarà, vorrei ancora migliorare e perché no, ottenere altri bellissimi risultati ! Mi piacerebbe anche ritornare nella specialità della coppia danza…
Ho finito la maturità e ho fatto domanda per far parte delle Forze Armate, vedremo! La mentalità di un Gran sportivo aiuta e contribuisce a superare e ad affrontare alcuni ostacoli che si presentano durante il corso della vita, esiste una sorta di vantaggio e spero di continuare nel migliore dei modi il mio!

carrafiello solo dance

Tags:

  • Show Comments

  • Giorgio Polesello

    Congratulazioni per la medaglia di bronzo al tuo primo mondiale

Rispondi

You May Also Like

Nazionali AICS show e precision 2009

24 e 25 Ottobre Reggio Emilia in diretta Campionati Italiani a gruppi AICS GUARDA ...

La determinazione di Debora Sbei al prossimo mondiale #reus2014

Ciao Debora mancano solo due giorni all’inizio del mondiale juniores, quali sono gli obiettivi ...

Marco Bornati e Emanuela Bornati

marco bornati e emanuela bornati campioni del mondo coppia danza 2007 danza originale ave ...