Su un totale di dodici gruppi partecipanti, le pupille di Ricard Planiol hanno fornito fino all’ultimo, un tocco di rifinitura ad una concorrenza del livello elevato pricipalmente nelle prime posizioni, in cui la Spagna e l’Italia non danno l’opzione che ad altri paesi sul podio. Con il loro programma “molto fragile”, gli extraterrestri sono entrati in pista giocando con una sfera: la sfera del mondo. Stupisce ancora Ricard con un inizio spettacolare, un programma con i messaggi semplici e chiari e un’esecuzione impeccabile. Velocità, perfezione delle linee, movimenti nell’armonia con la musica. Ed alla fine, dopo cinque minuti del gioco costante, gli si rompe in mano la sfera del mondo, ,tra le mani. I padroni di questo gruppo hanno ricevuto in primo luogo l’ovación più grande del giorno nel palazzetto e dopo, ottengono fino a cinque 10 nella presentazione. I sette giudici lo hanno dato in prima sede a Olot con un totale di 135.100 punti. Questo è il quinto oro successivo per il Olot nel campionato di Europa. Ma la Spagna non aveva ottenuto mai più di una medaglia nella modalità dei gruppi grandi nella concorrenza europea. A Porto, tuttavia, un ReusDeportiu potente ha potuto rompere la tradizione. Per loro è stato grazie della medaglia d’argento “la fabbrica dei manichini”coreografate da Alina e da Omar Tejera. I manichini sono quei robot che sono utilizzati nelle fabbriche degli automobili per simulare gli incidenti e per vedere gli effetti nel corpo umano. E vestito come i manichini inseriti rintracci gli skaters del Reus, con un programma dove danno risalto alla formazione dei robot e alla catena di produzione. Parte finale dove l’incidente da risalto al tutto, dove un automobile colpisce rapidamente e compare un airbag. Il bronzo quasi caduto in altri mani spagnole, è andato a “Ribellione” programma di Andrea Fabris del gruppo Antitesi, campioni dell’Italia di questo anno. Al passo di musica classica un gruppo di galline segue i due galli arroganti, danno loro ordini e minacce, fino a quando il gruppo si ribella ai capi rompendogli il collo in un atto tremendo della sommossa gallinesca. Il quarto posto è andato al gruppo di Masnou con il relativo “luce” programma sempre particolare diretto dai relativi coreografi Anna Doménech e da Jaume, oscurità nera entra in pista e nel mezzo del negrura un punto chiaro è iniziato. Il colore giallo è la luce che sta girando sulla superficie e dalle estremità inizia a illuminare il tutto. Ma infine quest’ultime sono attratte da un traforo, li l’oscurità le attrae e spariscono. In quinta posizione un altro programma interessante. I “pidocchi” di Trissino entrano nella pista, addestrate da Damiano De Felice. Si mettono fra i capelli, fanno una passeggiata, procreano e concludono i loro passi in pista. Queste bestie molto piccole scomode sommergono la pista e più di una rendono la nostra stessa testa appicciocosa e un prurito inizia a salire addosso. CLASSIFICA GRANDI GRUPPI :
1. Olot, Muy Frágil, Esp
2. Reus Deportiu, Fábrica de Dummies, Esp
3. Artistic Arena, Rebelión, Italy
4. Masnou, Luz, Esp
5. Trissino, Pulgas, Italy
6. Orvault, Radioactividad, Fra
7. Breganze, Bauhaus 1922, Italy
8. RC De Oude Molen, Una Loca Sinfonía, Hol
9. Baguim, Contagioso, Por
10. Holon, Flash Back, Isr
11. Givataym, Global, Isr
12. Natacao de Rio Mayor, Loco, Por

Olot, Muy Frági – Reus Deportiu, Fábrica de Dummies – Masnou, Luz

Tags:

  • Show Comments

Rispondi

You May Also Like

Galà sui pattini skating club Don Bosco 2008

Sabato 7 giugno alle ore 21.00 il Palazzetto dello Sport di Mareno di Piave ...

ISU World Figure Skating Championships 2013 London

Isu World Figure Skating Championships 2013 London Ontario Campionato del mondo di pattinaggio artistico ...

Campionato europeo cadetti jeunesse – Calenzano 2013

03-07 Settembre CAMPIONATI EUROPEI CADETTI, JEUNESSE – CALENZANO PROGRAMMA classifiche 4 settembre classifiche 5 ...