Il pattinaggio alle olimpiadi di #nanjing2014

Il presidente  FIRS Aracu racconta l’avventura del mondo delle rotelle alle olimpiadi di Nanjing.

Cari amici,
si sono appena conclusi gli Youth Olympics Games a Nanjing e con essi anche la prima edizione dello SportsLab, un concept event fortemente voluto dal Presidente del CIO, Thomas Bach. Non posso non apprezzare la lungimiranza dimostrata dal nuovo Presidente CIO che, introducendo all’interno del contesto Olimpico un laboratorio per discipline non olimpiche, ha dato ai 4 sport presenti la possibilità di manifestare non solo gli aspetti atletici e spettacolari che li caratterizzano ma anche il loro appeal sulle nuove generazioni. Questo spazio ha dato soprattutto la possibilità al pubblico di provare a praticare questi sport con maestri eccezionali.

Sports Lab per noi non è stato solo questo: è stata soprattutto la prima reale occasione per presentare concretamente al mondo del CIO e a tutti gli stakeholders che vi ruotano intorno, il potenziale che i roller sports potrebbero esprimere se inseriti nel Programma Olimpico. Sono sicuro che il Presidente del CIO, Thomas Bach, l’Olympic Games Executive Director, Christophe Dubi, il nuovo Sport Director, Kit McConnell e tutti gli esponenti del CIO, con le loro visite hanno finalmente avuto la possibilità di apprezzare ogni aspetto dei roller sports: ed è stato ovviamente importante avere avuto l’opportunità di dialogare, durante e dopo le esibizioni, con tanti membri CIO e coi media presenti, spiegando loro cosa sono davvero i roller sports.

Vorrei inoltre evidenziare che lo SporsLab è stato anche un importante momento di promozione per i rollersports. È stato visitato da migliaia di spettatori ogni giorno e molti di loro, dopo aver visto i nostri Top Athletes simulare le competizioni, hanno voluto indossare i pattini e provare ad emularli: lunghissime code di bambini e non, in fila per ore, solo per poter aver la possibilità di pattinare per qualche minuto insieme ai nostri Campioni…

Vorrei in proposito ringraziare i nostri Atleti, i Protagonisti principali di questa importantissima esperienza, per aver dimostrato di non essere solo atleti veri e completi, ma anche perfetti Ambasciatori del nostro mondo e della passione che lo anima: ogni giorno sono stati impegnati dal mattino alla sera e hanno sempre accolto con un sorriso ogni bambino, ragazzo o adulto che volesse fare una foto con loro, un autografo o un consiglio su come pattinare. E ringrazio anche le loro Federazioni di appartenenza, per aver sostenuto la FIRS nello SportsLab inviando i migliori Atleti.
Un grazie di cuore a tutti i dirigenti della delegazione Firs e ai dirigenti della Federazione Cinese, che hanno seguito ogni momento di questa importante e delicata trasferta.
Un ultimo ringraziamento va alle aziende “Powerslide” e “Cougar Skates” per essere stati nostri partner e per averci affiancato in questo progetto.
Sono sicuro che a seguito di questa esperienza, la legacy creata con la città di Nanjing e con l’intero distretto, darà senza dubbio ottimi frutti in futuro.
Se qualcuno del mondo dello sport avesse avuto dubbi circa la capacità dei Roller Sports di essere uno sport di qualità e spettacolarità, dopo gli YOG di Nanjing questi dubbi non dovrebbe averli più.
Cari amici, non so quanto ancora sia lunga la strada per raggiungere l’obiettivo olimpico….ma so per certo che non smetteremo mai si seguirla perché il nostro posto è lì….e nessuno può fermarci!

Un caloroso saluto
Sabatino Aracu
Presidente FIRS

Tags:

  • Show Comments

Rispondi

You May Also Like

Trofeo Filippini 2011

14° INTERNATIONAL TROPHY OF ARTISTIC ROLLER SKATING A.I.C.S. – C.E.P.A. MEMORIAL “GIUSEPPE FILIPPINI” – ...