Yuri una vita che continua ONLUS


Si chiama Yuri una vita che continua ONLUS ed è l’associazione che la famiglia Bernardi ha fondato, a quasi due anni e mezzo dalla scomparsa del figlio, per continuare le azioni di solidarietà nate fin da subito in nome di Yuri. “Per noi essere diventati una Onlus è una cosa molto importante sotto tanti punti di vista – afferma Miriam Mattei, presidente della nuova associazione –. Da un lato significa che quello che stiamo facendo è sempre più importante e sempre più strutturato. Dall’altro significa che i nostri sforzi si sono concretizzati e le persone che stiamo aiutando possono contare su di noi vedendoci come un punto fermo, una presenza costante che, anche se da lontano, pensa a loro. Ultimo, ma non meno importante, essere una Onlus ci permette di beneficiare anche delle donazioni del 5 per mille che ognuno può decidere liberamente di fare al momento della propria dichiarazione dei redditi”

sezione video e foto

Yuri aveva 22 anni Yuri Bernardi quando, il 31 gennaio del 2006, è scomparso in seguito alle terribili ferite riportate in un incidente stradale. Se n’è andato così. Crudelmente. All’improvviso. Con una vita ancora tutta da vivere.  Aveva mille interessi Yuri, sempre entusiasta della vita e deciso a vivere appieno tutte le possibilità che offriva. Un bravo ragazzo. Iscritto all’università, alla Facoltà di Scienze Motorie: voleva specializzarsi in riabilitazione per aiutare gli atleti colpiti da infortunio a rimettersi in piedi. Atleti come lui. Campione europeo di coppia danza insieme alla sorella Alice. Un oro importante conquistato nel 2005 al campionato continentale della categoria Senior che con tutta probabilità avrebbe aperto ai giovani campioni la porta del Campionato del Mondo. YURI… UNA VITA CHE CONTINUA

Un futuro che si è spezzato mentre Yuri, con il suo scooter, consegnava pizze a domicilio, un’occupazione che gli permetteva di non pesare troppo sulla famiglia. Una famiglia che ha saputo essere forte e che ha preso la decisione di donare gli organi del figlio perché quanto di buono era in Yuri servisse ad altre persone. Con quanto raccolto al funerale poi, oltre a un’importante donazione all’ANT, la famiglia Bernardi ha adottato a distanza due bimbi boliviani del villaggio di Hardeman che portano il nome di Yuri e Alice.  A un anno dalla scomparsa, per ricordarlo, è stato organizzato un grande evento sui pattini dal titolo “Yuri…una vita che continua – Concerto su otto ruote” il cui ricavato è stato interamente devoluto a sostegno del “Progetto Bolivia – Operazione mattone su mattone” che ha l’obiettivo di sostituire le capanne in cui vivono le famiglie boliviane con case di mattoni.

http://www.yuribernardi.it

concerto 2008 su skatingidea

Tags:

  • Show Comments

Rispondi

You May Also Like

Zecchiniadi 2011

www.astroskating.it Il 10 aprile 2011, si è svolto al PALAiPER di MONZA (viale Stucchi) ...

Stage Argentina 2013

  Del 4 al 12 de Marzo de 2013 con Sara Locandro, Andrea Aracu, ...

Risultati delle campetizioni: Europee e Internazionali

RISULTATI CAMPIONATI EUROPEII DI PATTINAGGIO ARTISTICO A ROTELLE Direi interessante e curioso capire, oltre ...