Si contraddistingue per leggerezza ed eleganza, Andrea Girotto in forma per #reus2014

Carissimo Andrea sei pronto per la Spagna? manca poco, qual’è il tuo obiettivo?

L’obiettivo è quello di presentare a Reus due programmi completi sia da punto di vista tecnico, che da quello artistico. La soddisfazione più grande è quella di tornare a casa sapendo di aver dato il massimo in ogni momento.

Rispetto a Roccaraso vedremo qualcosa di nuovo nei tuoi programmi di gara? Come sono nati?

Ho mantenuto i due programmi del campionato italiano. Mi piace molto il contrasto fra le due scelte musicali, sono due generi completamente differenti l’uno dall’altro, che mi permettono di pattinare trasmettendo emozioni e sensazioni diverse. Lo short, sulle musiche di Assassin’s creed, è sicuramente molto elaborato e trasmette forza e decisione, mentre il programma lungo,la “Ciaccona” di Tomaso Antonio Vitali, è stato costruito per mettere in evidenza semplicità, leggerezza ed eleganza. Con il mio coreografo Sandro Guerra abbiamo lavorato molto sulla parte artistica dei programmi, puntualizzando tutte le sfumature di entrambi i dischi.

Ripensando alla stagione possiamo dire che hai avuto un’estate impegnata sia col nazionale che il campionato europeo, quali sono le tue impressioni?

Sono soddisfatto del campionato italiano non solo per il risultato, ma per avermi dato anche la possibilità di cogliere gli aspetti sui quali lavorare in vista dei prossimi appuntamenti. Al campionato europeo ho dimostrato di aver lavorato proprio sulle lacune emerse ai campionati nazionali, ma c’è ancora lavoro da fare!

Ogni campione ha il suo rituale… tu ne hai uno? 🙂

Il giorno della gara non seguo riti scaramantici, nessun calzino porta fortuna o copri pattino anti iella! Scherzi a parte, non mi sono mai fissato su questi “rituali”, vedo il giorno della gara come un normalissimo giorno che comincia con una normalissima colazione. La tensione c’è, ma cerco di gestirla pensando a tutti gli allenamenti andati bene,in questo modo riesco ad essere positivo.

Grazie del tuo tempo Andrea in bocca al lupo da tutta Skatingidea!

Crepi il lupo!!!Grazie mille!

Intervista di Camilla Brusa

Tags:

  • Show Comments

Rispondi

You May Also Like

Asya Testoni e Giovanni Piccolantonio i piccoli danzerini d’oro di #roccaraso2014

Asya Testoni e Giovanni Piccolantonio, due stelle splendenti nel firmamento del Pattinaggio Artistico a ...

Marina Pizzi intervista la Kostner

E’ stata sicuramente una giornata indimenticabile quella vissuta da Marina Pizzi, giovane talento del ...

Intervista a Luca D’Alisera

Intervista al campione italiano Luca D’Alisera > on El Rincon Del Patinador