La voglia di mettersi sempre in gioco non manca mai al “danzerino de Roma” Alessandro Spigai. L’intervista pre-mondiale #reus2014

Alessandro Spigai il “danzerino de roma” ci racconta i percorsi di questa stagione 2014, che lo stanno portando al campionato del mondo spagnolo come campione italiano nella solo dance e vice con la nuova partner Elena Leoni, gentilissimo e disponibile ci snocciola anche qualche “attesa” per un futuro nei gruppi show 2015 davvero pieno di aspettative.

Dopo il successo avuto con Anna Remondini qual’è stato il click che ti ha fatto dire si a questa nuova avventura?
Partire da zero con Elena Leoni immaginiamo non sia stata una passeggiata… Raccontaci com’è nata l’idea!

Beh con Elena non si può certo dire partire da zero, dopo tutto prima di far coppia con me aveva già ottenuto ottimi risultati, come il secondo posto ai mondiali di Auckland del 2012. Comunque tornado alla domanda, penso che nella carriera di un’atleta, in particolare all’inizio di ogni anno, vi sia la necessità di cercare nuovi stimoli e porsi ulteriori obiettivi che portino ad una crescita non solo come atleta ma anche come persona, affrontando il tutto con la giusta serenità e il massimo impegno. E’ ovviamente fondamentale che tutto ciò sia ben condiviso da entrambi e purtroppo con Anna nel tempo ci si è resi conto che si erano prese ormai strade differenti. La mia voglia di pattinare e il desiderio di rimettermi nuovamente in gioco era invece ancora tanto ed è per questo che mi sono messo alla ricerca di una nuova partner: è da qui che allora è nata l’idea di far coppia con Elena. Fin da subito si è creato il giusto feeling ed è emersa una grande compatibilità nel pattinaggio che ha reso il tutto possibile.

In fondo abitate lontani, come siete organizzati per gli allenamenti? Chi vi segue?

Si in effetti non abitiamo certo vicini, io Roma ed Elena Gonzaga (Mantova), ma la distanza non è certo una novità per me, visto che in passato pur di far coppia ero andato prima a Bologna e poi Rimini per far coppia con le mie precedenti partner. Elena però capendo l’entità dell’impegno che sarebbe stato davvero tanto, se affrontato da una sola persona, mi è venuta in contro per gli spostamenti e quindi ci alleniamo per metà a Roma da soli e la restante parte degli allenamenti a Gonzaga con le nostre allenatrici: Cinzia Bernardi e Lorenza Residori.

Obiettivi per Reus 2014: come state vivendo il pre mondiale? Avete riti scaramantici che possano sostenere la nuova avventura?

Stiamo vivendo la vigilia di questo mondiale un po’ come si affrontano tutte le altre gare ed in particolare quelle più importanti: con la giusta serenità, consapevolezza delle proprie capacità e determinazione nel raggiungimento del risultato. Riti scaramantici a dire il vero non ne abbiamo, io personalmente prima di ogni gara mi piace andare a comprare le mutante che userò il giorno della gara, cerco sempre di sceglierle il più possibile colorate, non che questo abbia un valore per me scaramantico, ma semplicemente è ormai un’usanza che ho da diversi anni e mi piace l’idea di mantenerla.

Parliamo di solo dance: come è nata l’idea del nuovo disco 2014? Qual’è per te il tuo punto di forza tecnico e artistico?

Mi piace l’idea di portare in gara sempre qualcosa di nuovo e di diverso dall’anno precedente, anche per questo mi sono ritrovato a pattinare nei diversi anni anche generi molto diversi tra loro. Dietro la fantastica idea di quest’anno c’è il genio e il talento di un grande coreografo come Sandro Guerra: è stato proprio lui a propormi e a coreografarmi questo disco. Quando mi ha inviato la musica, già dal primo ascolto, il ritmo incalzante e al tempo stesso con uno stile ironico mi ha conquistato. La fase del montaggio è stata senza dubbio quella più bella, perché insieme ci si è davvero divertiti e questo poi si è riflesso in automatico anche nella coreografia stessa… quest’anno mi diverto da matti a farla!!!
Come punti di forza penso di poter dire rapidità e velocità, ma lascio che siano gli altri a dirlo.

Novità per il prossimo anno? Nei gruppi tornerai alla ribalta col Roma Roller team?
Novità per il prossimo anno ci sono ma rimandiamo il tutto a dopo il mondiale 😉

Tags:

  • Show Comments

Rispondi

You May Also Like

Fashion Four alla conquista di #Matosinhos2016

Dopo molti anni in cui abbiamo presentato pezzi classici, per questa stagione la nostra ...

Roberto Riva : intervista

  Roberto Riva è nato a Monza il 23.10.1986 è iscritto al 2° anno ...