©freiburg2009.com
Una gara mai vista, incertissima fino all’ultimo, ma con un finale che più dolce non si può con due azzurri ai primi due posti: pensate che al momento in cui Andrea Poli è entrato in pista per eseguire l’ultimo esercizio il c.t. Antonio Merlo era già sicuro di avere in tasca almeno il titolo iridato, quindi si decideva solo la distribuzione delle medaglie, un groviglio inestricabile tra Poli stesso, Marco Santucci, l’americano Kile Turley, e il tedesco Lars Clad che durante la gara aveva fatto temere una beffa come quella di ieri con il titolo perso da Elisa Giunti ai piazzamenti. Gli atleti italiani hanno offerto una prestazione di altissimo profilo, dopo il primo esercizio erano addirittura in tre al comando: poi pian piano, come era logico attendersi, Elis Carriero ha pagato qualcosa in termini di emozione da esordio mondiale (peccato per la boccola, una delle migliori viste in prova e poi imprecisa durante la gara) e l’americano e il tedesco si sono rifatti sotto. Santucci e Poli invece hanno retto benissimo e si è iniziato l’ultimo esercizio con Poli davanti a Santucci e all’americano Turley di un’inezia. L’otto contro tre ha decretato infine la vittoria di Marco Santucci che torna ai vertici del pattinaggio mondiale dopo i successi da junior: il suo destino rotellistico sembra strettamente legato a quello di Andrea Poli che da junior era stato il suo competitor principale alternandosi nelle vittorie tra obbligatori, libero e combinata. In prospettiva azzurra è confortante che il ricambio generazionale abbia portato due atleti ancora giovani della categoria velocemente sulla cima del pattinaggio internazionale.
Senior Maschi Obbligatori
1. Marco Santucci ITA
2. Andrea Poli ITA
3. Kyle Turley USA
4. Lars Clad GER
5. Elis Carriero ITA
6. Fabian Clad GER
7. Markus Lell GER
La gioia per un argento prestigioso, all’esordio mondiale, ma l’inevitabile rammarico per il sogno sfumato sulla dirittura d’arrivo. Questo lo stato d’animo di Elisa Giunti che come lo scorso anno a Kaohsiung successe a Candida Cocchi, ha perso il titolo mondiale per i piazzamenti, 3 a favore contro i quattro della tedesca Julia Woyciechowski nuova campionessa iridata. Una gara di livello altissimo come ci ha confermato il c.t. Antonio Merlo e come si poteva dedurre dai punteggi delle migliori, quasi sempre sopra il 9.0. E’ stato un confronto Italia-Germania, 4 atlete che hanno eseguito al meglio gli esercizi in programma, con una classifica finale determinata dalle sfumature e ovviamente dalle dinamiche inevitabili in seno alle giurie: in questo senso il fatto di non avere la giudice italiana ha avuto il suo peso. E’ stata una buona gara anche per Tanja Romano che ha chiuso in 9^ posizione , subito alle spalle delle specialiste, e che da questo piazzamento può spiccare il volo verso il titolo della combinata, non si vede davvero chi possa portarglielo via.
Classifica finale obbligatori senior femminile
1 Julia Woyciechowski Germania
2 Elisa Giunti Italia
3 Sandra Woyciechowski Germania
4 Candida Cocchi Italia
9 Tanja Romano Italia

Tags:

  • Show Comments

Rispondi

You May Also Like

Sei un vero pattinatore quando…

PER DARE UN BEL IMBOCCA AL LUPO A TUTTI I PATTINATORI DEL 2009, HO ...

Tanja Romano: anche lei sul ghiaccio??

All’indomani della conquista del suo ennesimo titolo italiano, Tanja Romano ha rilasciato un’intervista al ...