Grinta, energia e velocità per l’ascesa di un quartetto: Mood

Durante l’ultima edizione dei campionati europei assoluti di gruppo spettacolo abbiamo avuto la fortuna di vedere in gara con la maglia azzurra MOOD, un quartetto veneto che già nella scorsa stagione aveva conquistato la quinta posizione nel panorama nazionale. Queste quattro ragazze gareggiano per la società Pattinatori Sile di Treviso e quest’anno dopo un magnifico quarto posto al campionato nazionale di Conegliano sulle musiche accattivanti di Prince hanno divertito ed emozionato l’europa aggiudicandosi un altro brillante quarto posto europeo, superando quartetti di grande livello, tra cui ricordiamo anche l’altro membro della squadra italiana DEVOS.

11011804_1435930096723729_7370234417967261841_n

Non potevamo quindi non complimentarci con queste atlete e rivolgere loro qualche domanda sulla scalata che le ha portate a questi bellissimi successi. Ecco come ci hanno risposto Veronica Busetti, Giulia Mazzon, Claudia Mello e Giulia Dotto:

ll percorso di mood è stato in salita nel tempo, quali scelte artistiche, stilistiche e tecniche potreste considerare più importanti per il successo raggiunto?

Da un punto di vista artistico e stilistico abbiamo puntato su idee concrete e originali che coinvolgessero il pubblico e che ci permettessero di divertirci in pista. Con “Carousel” ci siamo concentrate sulla parte coreografica mentre con “Prince” abbiamo aumentato il livello tecnico rendendo il numero più completo e trascinante.

La disciplina dei quartetti è in forte crescita sia come numero di partecipanti sia per il loro livello tecnico. Indubbiamente però alla base di una componente tecnica ci deve essere anche un ottimo feeling tra i componenti della formazione. Che cosa vi tiene unite in allenamento e comè il vostro rapporto di “squadra”?

Il nostro rapporto in pista è ormai consolidato da tanti anni in quanto, prima del progetto Mood, avevamo già pattinato insieme. Essendo il quartetto una realtà ristretta, non avremmo intrapreso questo strada se non fossimo state consapevoli dei pregi e difetti di ognuna.

11267623_10206596958183868_1573725993_n

Qual’è uno dei momenti più belli che vorreste descrivere e ricordare della vostra carriera?

Sicuramente questi ultimi europei, non tanto per la posizione in classifica quanto per la prestazione, per il sostegno delle altre squadre e per la sorpresa di vederci competitive in campo internazionale.

Che cosa vi augurate per il futuro come Mood?

Ci auguriamo di ripetere un altro anno come questo con l’obiettivo di migliorarci.

Chi vorreste ringraziare in particolare per quello che avete conquistato?

Ognuna di noi ringrazia le altre compagne perché questo progetto è nato unicamente dalla nostra volontà e totale “autogestione”. Dopodiché ringraziamo la nostra allenatrice Chiara Pizzolato, il coreografo Massimiliano Gallina, la nostra fan numero uno Federica Fuser, la società ASD Pattinatori Sile e tutti quelli che tuttora ci sostengono.

E dopo aver ascoltato il loro punto di vista su questo brillante anno di successi non possiamo che augurargli di continuare la loro scalata con la stessa grinta. Forza Italia e Forza Mood!

Camilla Brusa

Tags:

  • Show Comments

Rispondi

You May Also Like

spiritual

La visione coreografica di Enrica Crivellaro, esperienze e idee innovative con il gruppo Spiritual

Questa settimana abbiamo il piacere di intervistare Enrica Crivellaro, che è stata per molti ...

Intervista a Roberto Riva

Pubblicato il 5-03-08 dl blog spagnolo Patinajeartistico.es.tl Roberto Riva Lugar y Fecha de Nacimiento: ...

I convocati ai mondiali 2012

> Comunicato ufficiale SINGOLO JUNIOR MASCHILE Amadesi Alessandro – lib. – 183 ASD Polisportiva ...