Alterniamo i commenti di skatingidea con quelli della federazione italiana e di Sandro Guerra.
Commento a cura di Sandro Guerra seguono in corsivo in ogni categoria
Chi per la prima volta assiste ad una gara di gruppi show può rimanere alquanto interdetto. Non per lo spettacolo in sé che è assicurato (nel bene e nel male) ma per tutto ciò che riguarda il lato competitivo dell’evento. Quando stiamo parlando di creatività è sempre difficile dare dei “numeri” (discutibile pure il fatto di darli se non fosse considerata una competizione) ma certamente questo capita non di rado a chi ha avuto il piacere e all’uscita alle volte il dispiacere di assistere al grande circo dei gruppi show e del precision. Ma questa è la regola del gioco (almeno fino adesso) e la prendiamo per buona. Certo che ne smuove di gente però. Nella fattispecie ai campionati europei di quest’anno l’affluenza nell’arena rotellistica di turno (ci sarà mai una pista che non crei problemi ai ragazzi?) ha prodotto momenti di grande intensità sotto tutti i punti di vista. Ragazzi di tutte le età, uomini e donne che hanno in comune l’amore per questo nostro meraviglioso sport e che hanno più o meno in maniera consapevole il desiderio di veder crescere la nostra disciplina nella sua artisticità (affinché diventi uno sport e un’arte sempre più conosciuta al grande pubblico e magari entri alle Olimpiadi), hanno gremito gli spalti di questo campionato condividendo emozioni, sensazioni, aspettative, illusioni e speranze.Economicamente parlando poi queste competizioni dei gruppi show fanno muovere tante persone. Ma questo è un altro discorso che dovrebbe essere approfondito e analizzato sotto diversi punti di vista e in altri settori. Comunque, al di là di questo, gli sforzi organizzativi per permettere a tutti gli atleti di partecipare in maniera così copiosa a queste competizioni sono stati davvero notevoli. Un grande plauso a tutte le persone delle diverse società europee che hanno lavorato in tal senso per permettere che tutto ciò si concretizzasse e ovviamente a tutti gli atleti che hanno lavorato e si sono impegnati al massimo, ognuno nelle loro potenzialità e capacità.I team italiani sia nei gruppi show che nelle diverse specialità sono i più numerosi e questo la dice lunga su quanto questa disciplina in Italia sia praticata e seguita. Siamo la nazione leader e punto di riferimento tecnico e artistico in campo mondiale, da troppo tempo ormai, e questo dà molta “noia” intorno. Nello stesso tempo avere rivali competitivi stimola e fa crescere tutti e certo le altre nazioni non stanno a guardare. Un discorso che suona un po’ retorico se vogliamo ma che credo sia giusto fare. Da un punto di vista prettamente tecnico e artistico (che è quello che ci sta più a cuore in questo caso) ci sono alcune considerazioni da fare: partendo dal presupposto che il livello tecnico generale a mio avviso è alquanto variegato, in queste manifestazioni di solito possiamo assistere a delle vere e proprie contraddizioni. La finalità della disciplina è quella di fare spettacolo ma bisognerebbe avere chiaro cosa intendiamo nello fare “spettacolo”. E questo è molto opinabile e soggettivo perché dipende dal gusto, dalla cultura e dalla preparazione personale di ognuno.
Nello stesso tempo parametri oggettivi per valutare i valori intrinseci ed estrinseci dei lavori artistici sono comunque influenzati da fattori soggettivi e culturali che hanno un peso non indifferente nella valutazione degli stessi. A tutto ciò si aggiunga la preparazione specifica della disciplina, parametro fondamentale direi e la capacità di chi valuta di guardarsi intorno, di tenersi aggiornato, di crescere tecnicamente, culturalmente e artisticamente, di crearsi cioè quel bagaglio tecnico-artistico di competenze che sono a mio avviso requisito indispensabili al fine di una valutazione attenta, accurata e approfondita di ciò che viene rappresentato in pista. Detto questo, dall’altro fronte per noi tecnici e coreografi è necessario presentare programmi di qualità, che non scadano sia nella scelta di ciò che viene rappresentato sia nella loro realizzazione e rappresentazione. Le direzioni nelle quali ci muoviamo sono sfaccettate, diverse e lungimiranti a volte e questo porta ad una varietà sempre costruttiva e fonte d’ispirazione e confronto per tutti.
Grande strada stanno facendo nazioni come Olanda, Francia, Portogallo. In crescita Estonia con delle buone punte, Israele nel gruppo cadetti e nei quartetti, Belgio e Danimarca. Spagna e Italia dominano nei grandi e piccoli gruppi, Italia e Germania nel precision e l’ Italia nei quartetti.
Dulcis in fundo mi preme sottolineare in questo campionato la compattezza del team italiano sugli spalti. Tutti solidali a fare indistintamente tifo ad ogni gruppo che scendeva in pista per portare ancora una volta in alto il nome del nostro paese. E pure emozionante è stata sia la cerimonia di apertura che di chiusura di questo campionato europeo in una cornice davvero festosa, in un clima di vera amicizia fra i popoli. Un’esperienza veramente edificante perché in fondo la condivisione di un’esperienza non può far altro che arricchirci ed educare noi e tutti i nostri ragazzi ad una sana e gioiosa compartecipazione al di là dei risultati agonistici.
Sandro Guerra
QUARTETTI CADETTI
Ai Campionati Europei Gruppi di Hanau iniziati oggi non poteva esserci esordio migliore per i nostri atleti: nella gara di apertura dei quartetti cadetti podio tutto azzurro e vittoria delle Royal Eagles dello Skating Club Don Bosco. Le Royal Eagles, neo campionesse europee con il loro “Dangerous Water” hanno superato nell’ordine ASD San Giorgino con “Baby Bratz” e Gruppo Sportivo Guarino Verona con “Magic Carpets.
La tripletta azzurra in una categoria che ha visto la partecipazione di 15 gruppi conferma la leadership italiana nei quartetti dal momento che anche lo scorso anno ad Oporto il podio era stato tutto tricolore.

Nei quartetti cadetti netta supremazia dei team italiani. Primo posto allo Skating Club Don Bosco con Dangerous water, un risultato prestigioso per le Royal Eagles e l’intera società che ha festeggiato questo titolo europeo alla grande durante tutto il campionato. Seconde le ragazze del gruppo friulano di San Giorgio allenate da Giada Rinaldi con Baby Bratz. Programma purtroppo non privo di errori e che lascia un po’ di amaro in bocca. Sicuramente queste atlete si rifaranno in un prossimo futuro viste le loro capacità e potenzialità. Terze il gruppo di Guarino di Stefania Poli e Sabrina Scatizzi che con Magic Carpets hanno presentato una coreografia simpaticissima unita ad un vestito davvero ben congeniato.
Classifica quartetti cadetti Hanau 2008

GRUPPI CADETTI
Ancora medaglie azzurre nella categoria Gruppi Cadetti ma quanta sfortuna! Come potete vedere dalla classifica entrambe le squadre italiane Pattinaggio Artistico Portogruaro “Count Down” e ASD Mottense “Writing trough the ages” hanno conseguito un punteggio complessivo superiore a quello degli spagnoli C.P. Masnou primi classificati, ma per il sistema “White” che si usa nel redigere la classifica si sono dovuti accontentare della medaglia d’argento e di quella di bronzo. Lo scorso anno ad Oporto nella stessa categoria il gruppo di Portogruaro si era aggiudicato il titolo davanti al Pattinaggio Artistico Trissino che nella classifica odierna si trova al 5° posto. Decisamente sbagliato a parer mio la valutazione, semplicemente il pattinaggio e l’idea del programma erano al di sopra del gruppo spagnolo che pur essendo entrato in pista per secondo, i giudici hanno subito sopravalutato il pezzo.

Qui la gara è stata fino all’ultimo incerta. I piazzamenti hanno determinato nonostante il miglior punteggio dei gruppi italiani il primo posto al gruppo spagnolo di Masnou in linea artistica con il piccolo gruppo e con il grande. E’ interessante notare come in Spagna non esista un campionato specifico per i gruppi cadetti e che questo gruppo sia stato selezionato dalla federazione spagnola dopo che abbia gareggiato nella categoria piccoli gruppi al campionato nazionale, superando la valutazione necessaria richiesta dalla federazione (7.2) per partecipare all’europeo. Questo per far sì che il gruppo cadetto potesse presentarsi con un buon livello di base vista la giovane età. Secondi il gruppo Division già campioni italiani 2008 con un vestito elegantissimo e una coreografia graffiante. Giovanissimi questi ragazzi avranno certamente un ottimo futuro. Ad un decimo di differenza il gruppo mottese Italian Show con Writing through the ages. L’evoluzione della scrittura dal pennino al computer con vestiti scenografici e una coreografia d’effetto hanno regalato al gruppo questa meritatissima medaglia di bronzo. Quinto il gruppo del Trissino di Damiano De Felice che con Mummie, migliorato molto dai campionati italiani, per una questione di piazzamenti, si sono dovuti accontentare di questo risultato.
Name Nation Points M.V. Rule 1 2 3 4 5
1C.P. Masnou
Stave ESP 80.500 11.0 7 1 1 2 3
2P.A. Portogruaro
Count Down ITA 82.400 10.0 1 2 5 3 2
3ASD Mottese
Writing Through the Ages ITA 82.300 9.0 4 3 4 4 1
4Rullest
Vampires EST 76.700 8.0 2 6 3 5 5
5Pat.Artistico Trissino
Mummies ITA 78.000 7.0 3 4 6 1 7
6Golda
A Fishy Story ISR 75.400 6.0 5 5 2 7 6
7S.J.Boiseau ALSJB
Acarids FRA 72.400 5.0 8 8 7 6 4
8Academica Gondomar
Cycle of Life POR 70.200 4.0 6 7 8 9 11
9VRC
The Mexican Hat Dance NED 66.000 3.0 9 9 9 10 10
10Patinagem do Sado
Dark Angels POR 65.000 2.0 10 10 12 11 9
11Givatayem
East-West ISR 64.700 0.5 7b 10a 12 11 10 12 8
12Clube Pessoal
POR 64.500 0.5 7b 10a 11 12 10 8 12
Judge 1 Martin Ravn DEN
Judge 2 Antonella Zuanich ITA
Judge 3 Alex Zaydman ISR
Judge 4 Susana Gomez ESP
Judge 5 Joke Colin NED

GRANDI GRUPPI
La prima giornata dei Campionati Europei Gruppi di Hanau si chiude con un’altra medaglia italiana. Nei Grandi Gruppi l’argento è andato a REVIVAL del Pattinaggio Artistico Breganze che ha presentato “JOCKERS”. La gara, che ha visto la partecipazione di 12 gruppi, è stata vinta in modo piuttosto netto dagli spagnoli del CP MASNOU che poche ore prima si erano imposti anche nei gruppi cadetti. Per i Revival, gruppo campione italiano in carica seguito da Katia Sessegolo e da Sandro Guerra per le coreografie, è comunque un risultato di grande spessore dopo il 7° posto dello scorso anno ad Oporto.
Gli altri gruppi italiani in gara si sono classificati a ridosso della zona medaglie: quarto Cristal Skating Team e sesto Rollercircus – Silea.

Decisamente difficile per i giudici valutare questa gara, rilevante la sconfitta dei campioni del mondo in carica del cp Olot, che nonostante l’originalissima idea i troppi errori hanno danneggiato il gruppo facendoli arrivare fuori podio, le nostre squadre hanno pattinato benissimo e pulito, ma il gruppo del Masnou con originalità e tecnica ha sbaragliato i nostri simpatici Jockers, che si sono tralaltro aggiudicati le prime pagine del quotidiano di Hanau con una splendida foto, vedremo al campionato del mondo come andrà con la presenza del gruppo New Age di Trissino! Grande grande spettacolo per questa categoria! Bellissimo!
La gara dei GRANDI GRUPPI ha visto uno scontro serrato fra appunto il gruppo spagnolo di Masnou e il gruppo italiano Revival. Fluidità e morbidezza per il gruppo catalano guidato da Jaume Pons su una coreografia eterea ispirata al cielo e alle nuvole di sapore contemporaneo com’è nel suo stile. Freschezza, gioia e ironia per il gruppo vicentino Jokers, giullari guidato da Katia Sessegolo, di forte impatto interpretativo e tecnico e che ha scatenato il pubblico presente. Difficile scegliere. Mai stato così opinabile. Certamente problemi di valutazione non hanno facilitato un giudizio univoco. Abbiamo assistito purtroppo a punteggi piuttosto disparati con differenze addirittura di due punti in un’unica valutazione e questo non solo durante i grandi gruppi. L’altro gruppo spagnolo l’Olot campione del mondo in carica è sfortunatamente incappato in troppi errori nonostante una coreografia accattivante e di sicuro effetto intitolato Inner World. Quinti classificati. Terzi classificati il gruppo spagnolo di Reus interessanti nel tema e originali anche se non del tutto convincenti. Cosa certa da dire è che la pista in plastica quest’anno ha creato moltissimi problemi a tutti i pattinatori a discapito purtroppo della velocità e sicurezza delle performances. Quarto il gruppo Cristal con “Chernobyl troppo tardi”, tema impegnativo e drammatico, molto migliorati dai campionati italiani, espressivi e puliti nell’esecuzione meritavano forse qualcosa in più. Certamente un gruppo di alto livello. Sesti classificati Rollercircus con “L’inarrestabile forza della natura” rivisto e corretto rispetto lo scorso anno. Primi ad entrare, le pattinatrici-erbette (come si definiscono simpaticamente loro) di Laura Mestriner hanno pattinato con pulizia e determinazione e buon livello artistico. Menzione a parte per il gruppo olandese settimo classificato che con una coreografia ispirata al Gobbo di Notre Dame ha dimostrato buon affiatamento e ottima interpretazione.
Name Nation Points M.V. Rule 1 2 3 4 5 6 7
1Masnou ESP 133.200 11.0 1 1 2 1 1 1 1
2Pattinaggio Breganze ITA 126.300 10.0 2 2 1 7 8 2 3
3Reus Deportiu ESP 125.800 8.0 S.M.V. 3 5 4 2 3 6 4
4Cristal Skating Team ITA 124.600 8.0 S.M.V. 6 6 3 8 2 4 2
5CPA Olot ESP 124.400 8.0 S.M.V. 4 4 5 5 4 3 7
6Roller Circus – Silea ITA 123.100 6.0 5 3 6 4 6 5 6
7RV Rolling NED 119.100 5.0 7 7 7 3 5 9 5
8Al Saint Sebastien FRA 115.900 4.0 8 8 8 6 9 7 8
9Holon ISR 110.200 3.0 10 9 9 9 7 10 10
10Sport Clube de Serpa POR 107.700 2.0 11 11 10 10 10 8 9
11F.R. Maurin FRA 106.600 1.0 9 10 11 11 11 11 11
12Patinagem do Sado POR 91.800 0.0 12 12 12 12 12 12 12
Judge 1 Sophie Drouet FRA
Judge 2 Susana Gomez ESP
Judge 3 Luisella Rovinelli ITA
Judge 4 Gabi Otten GER
Judge 5 Alex Zaydman ISR
Judge 6 Antonio Pedro Craveiro POR
Judge 7 Dimphy Kuijs NED


QUARTETTI
La seconda giornata degli Europei Gruppi di Hanau non si è ancora conclusa e già il bottino delle squadre italiane è preziosissimo, due gare disputate, due titoli vinti.
Nella categoria Quartetti l’oro è andato con l’unanimità dei punteggi espressi dai giudici all’ASD MUSANO che ha presentato “The light of seasons”. Al secondo posto si sono piazzati i campioni uscenti del G.S Guarino con “Welcome to the West”, ed è ugualmente da considerare molto positivo l’esordio europeo del quartetto dell’ASD Viserba, 5° classificato su un totale di 18 team in gara con “Fluxing Mozart”.Questa è stata l’unica competizione (assieme al Precision Senior) dove il primo posto è stato indiscusso da parte della giuria. Il quartetto italiano Golden Skaters allenate da Mauro Negro e Paolo Colombo su una coreografia ispirata sulle musiche delle Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi ha convinto un po’ tutti. Grazia ed eleganza hanno contraddistinto la loro interpretazione, con un costume ed una acconciatura d’effetto. Convincenti sia dal punto di vista tecnico che dal punto di vista stilistico hanno ottenuto punteggi molto alti grazie ad una esecuzione pulita, artistica ed impeccabile. Secondo l’altro gruppo italiano campione d’Italia 2008 e campione europeo 2007 di Guarino Verona allenato da Stefania Poli e Sabrina Scatizzi con Welcome to the West. Energetiche e forti come siamo abituati a vederle hanno eseguito un programma d’impatto e tecnicamente difficile nonostante una piccola sbavatura. A mio modo di vedere sono risultate solo un po’ imprecise in alcuni punti ma sempre ci regalano grande energia e padronanza della pista. Un quartetto di altissima levatura e bravura. Terzo il quartetto portoghese Academia Gondomar con La vie en rose determinati e interessanti nella loro proposta con un ampio margine di miglioramento sia tecnico che espressivo. Quinto l’altro nostro gruppo italiano di Viserba allenato e coreografato da Carol Buelloni. Tecnicamente importante la loro esecuzione su una coreografia astratta con diversi punti di assoluta originalità e la grande sorpresa tra i quartetti quest’anno sia in campo italiano che europeo. Una piccola incertezza su un sollevamento d’effetto ha pregiudicato un piazzamento migliore.
Name Nation Points M.V. Rule 1 2 3 4 5 6 7
1ASD Musano
The light of Seasons ITA 126.200 17.0 1 1 1 1 1 1 1
2ADGS Guarino
Welcome to the West ITA 121.000 16.0 4 2 2 2 4 2 2
3Academica Gondomar
La vie en Rose POR 115.900 15.0 6 3 6 3 5 3 6
4Sport Club de Serpa
Africa POR 115.400 14.0 7 8 4 4 3 4 3
5ASD Viserba
Fluxing Mozart ITA 112.900 13.0 10 4 3 8 6 7 4
6Orvault
Wolf FRA 112.000 12.0 5 5 5 6 9 5 8
….

PRECISION JUNIOR
Se la vittoria nella categoria Quartetti era data quasi per certa nell’ambiente, non altrettanto si può dire per la categoria Precision Junior: i nostri gruppi hanno fatto passi da gigante recentemente ma battere i tedeschi in casa loro non è mai cosa facile.La gara è stata incertissima e alla fine la classifica vede quattro grupppi racchiusi nello spazio di un punto, con il titolo che è andato al team junior del Sincro Roller autore di un’ottima performamce con “Enjoy the Show”. Davvero sfortunato il gruppo dello Skating Albinea che con solo mezzo punto in meno rispetto al Sincro Roller si è piazzato addirittura al quarto posto. Ottava posizione invece per l’altro gruppo italiano Astro Skating.
Classifica inversa sul versante junior. Ma sempre Italia. Qui il Sincro Roller vince, quarto posto per lo Skating Club Albinea e purtroppo solo ottavi l’Astro Skating di Monza al loro esordio in campo internazionale ma sono sicuro che nel prossimo futuro si rifaranno. Secondi e terzi ancora una volta i tedeschi ad un passo dalla vittoria. Tutti i gruppi italiani si sono mostrati migliorati tecnicamente in velocità, padronanza dell’attrezzo e delle formazioni. Un salto di qualità importante per i futuri campioni della disciplina nella categoria senior. Io posso dare sinceramente una mia opinione personale ma lascio a chi di dovere una più approfondita analisi nella specialità Precision nella sua globalità.
Name Nation Points M.V. Rule 1 2 3 4 5
1Sincro Roller
Enjoy the Show ITA 83.000 9.0 S.M.V. 3 1 1 5 5
2VfR Aerzen
Irish Dance GER 83.500 9.0 S.M.V. 1 2 2 3 6
3Osnabrucker Sportclub
Dance of the Vampires GER 83.300 8.0 S.M.V. 4 3 6 1 1
4Albinea
Happy Circus ITA 82.500 8.0 S.M.V. 2 6 4 2 3
5Holon
Back to the 80’s ISR 80.100 6.0 5 4 5 7 2
6Rullest
Gladiator EST 81.500 5.0 6 5 3 4 4
7Golda
Spanish Rose ISR 70.600 4.0 8 8 7 9 7
8Astro Skating
Ispanica ITA 69.800 3.0 7 9 9 10 8
9Academica Gondomar
Les Miserables POR 72.500 2.0 9 10 8 6 9
10Frisk
Harem DEN 69.200 1.0 10 7 10 8 10
11Grupo Nun’Alvares
Russia POR 63.900 0.0 11 11 11 11 11
Judge 1 Ton v.d.Weijer GER
Judge 2 Carla De Backere BEL
Judge 3 Luisella Rovinelli ITA
Judge 4 Dimphy Kuijs NED
Judge 5 Alex Zaydman ISR

PRECISION SENIOR
I Campionati Europei di Hanau si chiudono nel segno dei colori azzurri con una seconda giornata di gare che proprio nel finale ha regalato la pagina più bella per il valore simbolico dell’impresa. Lo Skating Club Albinea con “Short Track” si è aggiudicato il titolo del Precision senior ed è la prima volta per una squadra italiana in questa specialità da sempre dominata dai team tedeschi. Per il club reggiano che ha vinto la gara con margine piuttosto netto sul gruppo tedesco Delmonhorster, una soddisfazione ancora maggiore in considerazione del fatto che questa “prima volta” si è verificata prorpio in casa degli avversari più quotati. C’è rammarico invece per il quarto posto del Sincro Roller – “Made In Italy”, comunque vicinissimo nei punteggi ai due gruppi tedeschi che l’hanno preceduto. Per il team bolognese rimane in ogni caso la soddisfazione della vittoria nel Precision Junior.L’altra squadra italiana, L’Accademia Pattinaggio Reggio Emilia si è classificata al sesto posto con il suo Mediterranean.
In campo europeo è sempre così: Italia o Germania? Germania o Italia? Ebbene sì questa volta l’Italia ce l’ha fatta. Ha nettamente prevalso.Lo Skating Club di Albinea con “Short Track” questa volta non ha lasciato dubbi. Primi. Veloci, sicuri, incalzanti, ritmici, tecnicamente con soluzioni originali e cambi repentini hanno strappato l’applauso a noi tutti lì sugli spalti. Grande impatto, musiche tratte dai Safri duo mozzafiato, idea vincente. Insomma primi e basta. Secondi e terzi i tedeschi. Come tutti sapranno quest’anno uno dei gruppi storici del precision si è sciolto perciò la corsa all’europeo era veramente agguerrita. Questi nuovi gruppi tedeschi del precision sono formati da ragazzi giovani ma sempre di ottima fattura. Mi stupisce vedere nei tedeschi sempre questa grande destrezza di piede anche nei pattinatori meno esperti, una sicurezza che è data dalla scuola tedesca di formare al di là di tutto una base solida. Questo da atto e comunque in qualche modo anche giustifica la grande scuola di obbligatori che ne deriva. Buoni i programmi, in crescita sicuramente dal punto di vista artistico e sono sicuro che non staranno certo lì con le mani in mano a guardare. Quarte il Sincro Roller di Barbara Calzolari sempre preparate e dalle solide costruzioni. Anche qui si può lavorare ancora molto per presentarsi più acerrime e determinate che mai ai campionati del mondo. Un plauso anche all’altro gruppo italiano Accademia Reggio Emilia sesto classificato a questo campionato e migliorato in modo oserei dire impressionante rispetto gli scorsi anni. Purtroppo un errore protratto nel tempo durante l’esecuzione ha influito negativamente sul risultato finale.
Name Nation Points M.V. Rule 1 2 3 4 5 6 7
1Albinea
Short Track ITA 131.700 8.0 1 1 1 2 1 1 2
2Delmonhorster
Rocky Balboa GER 126.200 7.0 3 4 4 1 4 2 1
3Dream Team
Hava Nagila GER 125.800 6.0 4 3 3 4 2 4 3
4Sincro Roller
Made in Italy ITA 125.900 5.0 5 2 2 3 3 6 4
5Hanauer REC
Interview with the Vampire GER 121.300 4.0 2 5 5 6 6 5 5
6ASD Academia
Meditteranean ITA 118.400 3.0 6 6 7 5 5 3 6
7Orvault
Millenium FRA 109.100 2.0 7 7 8 8 7 8 7
8C.P. Courcon
Dedication FRA 111.400 1.0 8 8 6 7 8 7 8
9Clube Pessoal
Fire & Water POR 97.100 0.0 9 9 9 9 9 9 9
Judge 1 Alex Zaydman ISR
Judge 2 Sophie Drouet FRA
Judge 3 Susana Gomez ESP
Judge 4 Antonio Pedro Craveiro POR
Judge 5 Antonella Zuanich ITA
Judge 6 Martin Ravn DEN
Judge 7 Gabi Otten GER

PICCOLI GRUPPI
La gara del Precision Senior era stata preceduta nel programma dalla prova dei Piccoli Gruppi vinta dai campioni uscenti, gli spagnoli del CP Sant Celoni che hanno proposto “Electro Geo Grama”. Ottime performance anche in questa categoria che ha visto la partecipazione di 21 formazioni per i gruppi italiani piazzatisi dal secondo al quarto posto: nell’ordine Polisportiva Orgnano -“Magma”, Rollercircus Silea – “When Love is Over”, PA Portogruaro – “Arizona Saloon”.
Name Nation Points M.V. Rule 1 2 3 4 5 6 7
1CP Sant Celoni / Electro-Geo_Drama ESP 132.000 20.0 2 1 1 2 1 2 1
2Polisportiva Orgnano / “Magma” ITA 129.200 19.0 5 2 2 1 3 5 2
3Roller Circus Silea / When Love is Over ITA 124.200 18.0 4 7 5 3 5 6 3
4P.A. Portogruaro / Arizona Saloon ITA 123.600 17.0 7 4 4 4 6 3 4
5Pat.Artistic Blanes / Love Me ESP 121.400 16.0 8 3 3 6 2 12 7
6Orvault / The Cicada and Ants FRA 122.800 15.0 1 8 6 7 8 1 5
7CP Llagostera / Noble Hangover ESP 121.900 14.0 9 5 9 5 4 7 6
8CPRM Mouilleran / Electron FRA 117.900 13.0 3 9 14 9 11 4 8
9RV Rolling / Ghost Dance NED 114.800 12.0 6 12 13 10 7 9 11
10Academica do Marco / The Venice Carnival POR 112.900 11.0 13 6 7 14 13 11 9
11S.J.Boiseau (ALSJB) / Gypsies FRA 107.800 9.0 10 17 20 13 10 17 12
12LTS Bremerhaven / Mysterious Signs GER 108.100 8.0 S.M.V. 16 13 10 15 14 13 16
13VRC / Swing NED 108.900 8.0 S.M.V. 11 11 11 16 17 15 13
14ERC Bremerhaven / The Lost Diamond GER 108.200 7.0 15 16 8 21 19 14 10
15RC Hermes / Alivestones BEL 106.200 6.0 12 19 18 12 9 18 15
16Givatayim / From Ashes to Ashes and Dust to ISR 108.000 5.0 S.M.V. 17 20 12 8 12 8 17
17Clube Pessoal / Toys POR 106.100 5.0 S.M.V. 14 10 15 17 16 16 18
18Holon / Egyptian Twilight Zone ISR 105.400 4.0 18 18 16 11 18 10 14
19Kiel REG / That Heat GER 102.400 2.0 19 15 17 18 15 19 19
20Alfena / Move on POR 99.800 1.0 20 14 19 19 21 20 20
21Smorum RK / Cats DEN 95.200 0.0 21 21 21 20 20 21 21
Judge 1 Joke Colin NED
Judge 2 Antonio Pedro Craveiro POR
Judge 3 Ton v.d.Weijer GER
Judge 4 Antonella Zuanich ITA
Judge 5 Susana Gomez ESP
Judge 6 Nabeel Abboud ISR
Judge 7 Martin Ravn DEN

  • Show Comments

Rispondi