Asya Testoni e Giovanni Piccolantonio i piccoli danzerini d’oro di #roccaraso2014

Asya Testoni e Giovanni Piccolantonio, due stelle splendenti nel firmamento del Pattinaggio Artistico a Rotelle.
Ci hanno incantato con i loro esercizi di altissimo livello al Campionato Italiano FIHP di Roccaraso perciò abbiamo voluto intervistarli. Dimostrando una grande preparazione, oltre al Titolo di Campioni Nazionali di Coppia Danza categoria Cadetti, hanno ottenuto nella Solo Dance, Medaglia d’oro nella categoria Allievi per lei e Medaglia di bronzo Cadetti per lui.

Proprio per la loro giovane età abbiamo voluto raccogliere le domande di alcuni atleti coetanei, ma anche di dirigenti ed allenatori per questi due ragazzi fortissimi:
Silvia, atleta di Solo Dance vorrebbe chiedere: “Cosa si prova ad essere sul più alto gradino del podio al Campionato Italiano?”
Si prova tanta emozione, felicità e voglia di andare avanti.
Enrico, dirigente di società chiede: “ Vorrei sapere come fanno Asya e Giovanni ad avere una capacità interpretativa così intensa per la loro giovane età, seguono delle lezioni dedicate?”
No, non seguiamo lezioni dedicate. Mi viene spontaneo tutto ciò che faccio non rendendomi conto dell’intensa capacità interpretativa a me attribuita.
Paola, allenatrice: “ In percentuale che importanza ha nel vostro allenamento: Pista, Preparazione atletica e studio senza pattini delle coreografie?
Pista: un’importanza altissima per la tanta voglia di migliorare sempre di più.
Preparazione atletica: importantissima per rinforzare la mia muscolatura permettendomi giorno dopo giorno ad affettare nuove figure anche perché la tonicità del nostro corpo in questo sport è indispensabile.
Studio delle coreografie: ha una notevole importanza perché secondo me la coreografia di un disco è la base di tutto.
Giovanni, atleta di coppia danza: “Come riuscite a gestire il tempo tra pattinaggio e scuola?”
Per adesso abbastanza bene visto che gli allenamenti sono concentrati verso sera, quindi riesco a studiare comodamente prima, ovviamente tutto con impegno e buona volontà.

Noi di Skatingidea vorremmo invece chiedere ad Asya come vive il suo rapporto con il pattinaggio, se è stato un amore innato o se è cresciuto pian piano stando sempre a contatto con la pista e i pattini.
Nel mondo del pattinaggio abbiamo già avuto molti esempi di campioni allenati dai propri genitori, Asya, tu come vivi il rapporto a bordo pista con i tuoi?
Asya e Giovanni, pattinare in coppia si sa a volte è molto difficile e andare d’accordo in certi momenti diventa davvero una sfida. Voi come vivete la coppia danza fuori e dentro la pista?
Noi fortunatamente viviamo la nostra vita di coppia danza fuori e dentro la pista benissimo anche perché siamo ottimi amici e andiamo d’accordissimo.
Giovanni, la vita dei maschi spesso nel mondo del pattinaggio è privilegiata, ma la scelta di fare Solo Dance è un grande impegno visto che gareggi con tantissime ragazze. Raccontaci un po’ di questa scelta.
È partito tutto questo per gioco, mi ritrovavo ogni tanto a seguire allenamenti di amici fino a quando un giorno i miei allenatori Christian e Manuela mi chiesero di provare. Da allora, praticamente da 3 anni non ho più smesso perché mi piace un sacco.
Ragazzi vorremmo sapere qual è stata la vostra vittoria più bella…
La nostra vittoria più bella per me è stato proprio quest’ultimo campionato a Roccaraso perché finalmente possiamo partecipare per la prima volta agli europei.
Per ultima cosa vorrei che finiste questa frase:
ASYA: Il Pattinaggio artistico per me è…..
GIOVANNI: Il Pattinaggio artistico per me è…..
È lo sport più bello del mondooooooooooooo!!!!!!!!!!!!

Ringraziamo vivamente questi due pattinatori che con la loro grinta e la loro preparazione stanno dando un grandissimo esempio agli atleti coetanei, ci complimentiamo per gli ottimi risultati raggiunti e ci auguriamo che la strada sia sempre così stellata.
Intervista di Perani Paola

Tags:

  • Show Comments

Rispondi

You May Also Like

Capitolo Primo – Storytelling Gruppo Diamante

Ho deciso di scrivere questo diario di viaggio, su consiglio di Arianna, la head ...

Il ritiro di Marzocchini – Fabbri. Intervista di Fabiana Forni

Un titolo mondiale, uno italiano e altri due piazzamenti iridati – un secondo e ...